Corsi di laurea

Corso di laurea triennale in Musicologia

Il corso è indirizzato agli studenti che nutrono interesse verso la musica, in tutti i suoi aspetti storici, analitici, performativi e in relazione ai diversi aspetti della cultura. Esso offre una preparazione rigorosa fondata su una tradizione di studi di lungo corso che si è rinnovata nel tempo senza mai perdere le proprie radici e le proprie specificità e che tuttora è all’avanguardia per metodologie e risultati (https://musicologiatriennale.cdl.unipv.it/it/).

Immagine
manoscritto musicale
Musicologia (classe L-1)
Corso di laurea triennale interclasse in Scienze letterarie e dei beni culturali

II corso consente di conseguire la laurea in Lettere (classe L-10) o in Beni Culturali (classe L-1): si rivolge allo studente interessato ad acquisire una solida formazione di base sia nei settori rivolti alla conservazione dei beni culturali, in particolare artistici e librari, sia nell’ambito della cultura letteraria, storica e artistica dall’età antica all’età contemporanea (https://scienzeletterariebeniculturali.cdl.unipv.it/it).

Immagine
biblioteca
Scienze letterarie e dei beni culturali (classi L-1, L-10)
Corso di laurea magistrale in Musicologia

Il corso offre una formazione specialistica ampia e differenziata, nelle metodologie e nei repertori, negli ambiti della storia e della teoria della musica, come pure delle musiche del mondo e delle musiche popolari contemporanee, consentendo agli studenti di condurre ricerche originali nel settore (https://musicologiamagistrale.cdl.unipv.it/it). 

Immagine
musica novecento
Musicologia (classe LM-45)
Corso di laurea magistrale in Storia e valorizzazione dei beni culturali - Curriculum fonti e strumenti per la storia dell’arte

Il corso offre competenze avanzate di carattere storico, teorico, critico e metodologico nel campo della storia dell’arte, dell’archeologia e della museografia attraverso l’analisi delle fonti e l’utilizzo degli strumenti e dei metodi della ricerca scientifica. Riserva inoltre analoga attenzione ai temi della gestione e della valorizzazione dei beni artistici (https://valorizzazionebeniculturalicremona.cdl.unipv.it/it)

Immagine
Riposo durante la fuga in Egitto
Storia e valorizzazione dei beni culturali - Fonti e strumenti per la storia dell'arte (classe LM-89)
Corso di laurea magistrale a ciclo unico in Conservazione e restauro dei beni culturali (PFP n. 6)

Il corso offre l’opportunità, unica in Italia, di abilitarsi alla professione di restauratore di strumenti musicali e scientifici; è rivolto a studenti che, in possesso di una buona abilità manuale di base, vogliano specializzarsi nell’ambito del restauro e della conservazione di strumenti musicali e scientifici in un percorso che tiene in equilibrio la competenza professionale e artigianale con la preparazione scientifica e umanistica (https://restauro.cdl.unipv.it/it).

Immagine
laboratorio restauro strumenti musicali
Conservazione e restauro dei beni culturali (abilitante ai sensi del D.lgs n. 42/2004) - Classe LMR/02
Orientamento e tutorato

La guida alla scelta del Corso di laurea, l’accompagnamento degli studenti universitari durante tutto il percorso degli studi e, al termine di questo, verso il mondo del lavoro, sono mansioni svolte dal Centro di orientamento universitario (https://orienta.unipv.it/scegli-unipv/strutture/cor-centro-orientamento-universitario), a cui partecipa anche il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali tramite un proprio delegato (https://orienta.unipv.it/documento/comitato-tecnico-scientifico-del-centro-orientamento-cor), nella persona della prof.ssa Ingrid Pustijanac, e una apposita commissione (LINK).

Poiché si trova in una sede decentrata, il Dipartimento di Musicologia e Ben Culturali promuove, oltre alle iniziative istituzionali, alcune attività specifiche.

Per informazioni: orientamento.mbc@unipv.it

In ottemperanza al regolamento dell’Università di Pavia il Dipartimento di Musicologia e Beni Culturali attiva annualmente un servizio di tutorato. Esso comprende una serie di progetti per assistere gli studenti nel corso dei loro studi universitari e al contempo renderli più attivamente partecipi al processo di formazione proprio e altrui. La funzione di tutor, supervisionata da un docente, è affidata a studenti, dottorandi e assegnisti che abbiano superato un processo di selezione, regolato dai bandi indetti annualmente dall’Ateneo e dal Miur.